Pulire in casa con l’aceto

Pulire in casa con l’aceto. Nel precedente post Dai rimedi della nonna abbiamo parlato delle origini dell’aceto  e delle sue proprietà, che sia di vino, di mele o balsamico, l’aceto non dovrebbe mai mancare in casa perchè ha tantissimi utilizzi, come rimedio naturale per la salute, in cucina per insaporire gli alimenti e, in casa nelle pulizie domestiche, grazie alle sue proprietà disinfettanti, sgrassanti, deodoranti…, l’aceto inoltre, è biodegradabile e ha un costo modesto con un conseguente risparmio economico …

Pulire in casa con l'aceto

Dai rimedi della nonna: Pulire in casa con l’aceto

L’aceto è un ingrediente molto conosciuto e apprezzato in cucina: nelle insalate, nei barattoli di verdure conservate, nelle preparazioni di alcuni piatti in carpione,
oltre che per l’uso alimentare, l’aceto grazie alle sue proprietà, può essere utilizzato anche in casa per molti rimedi casalinghi, come: disincrostante, ammorbidente, brillantante e anticalcare (grazie al contenuto di acido acetico).

L’aceto offre notevoli vantaggi poichè è un prodotto naturale non inquina e non lascia residui chimici tossici e in più ci fa risparmiare, soldi e spazio, perche sostituisce ben 4 prodotti. L’aceto di vino bianco ha tante proprietà disinfettanti, sgrassanti, deodoranti…, con  un conseguente risparmio economico. Ma vediamo insieme qualche rimedio da utilizzare subito:

brillante per pentole
Mescolato al sale da cucina fa brillare come nuove le pentole in rame e ottone.

Pretrattante sporco
In aggiunta al detersivo per i piatti a mano è utile per pretrattare lo sporco

Pentole bruciate
Pentole in acciaio bruciate: prima di lavarle riempitele con acqua calda e aceto

Pulizia forno e frigo
Frigorifero e forno: basta pulire con una spugnetta imbevuta di acqua e aceto elimina sia gli odori che i residui di cibo grasso;

Forno:

Sgrassare: Mettere sul fuoco un tegame con 2 tazze d’acqua e 2 tazze d’aceto e portarlo a ebollizione, quando inizia a evaporare trasferirlo nel forno già preriscaldato e lasciar evaporare il liquido. Quindi tirare fuori il tegame e far raffreddare il forno, poi pulirlo con un straccio imbevuto di acqua e aceto.

Molto Incrostato: utilizzare prima il metodo descritto sopra, quindi, quando il forno è raffreddato, pulire le pareti del forno con un straccio imbevuto di acqua e aceto. Poi stendere sulla superficie da trattare, un miscuglio preparato con  una tazza di sale, una di bicarbonato e una d’acqua e lasciarlo agire per circa un’ora, Dopo un’ora strofinare con una spugnetta fino a lavare via il tutto..

Questo detersivo naturale è ideale anche per pulire il vetro del forno.

Lavastoviglie:

a) mezzo bicchiere, sostituisce il brillantante.
b) Per una pulizia periodica della lavastoviglie, azionare la lavastoviglie a vuoto aggiungendo un litro di aceto;

Ammorbidente:
mezzo bicchiere di aceto al posto dell’ammorbidente tradizionale rende il bucato morbidissimo e accentua il profumo del detersivo tradizionale;

Pulizia vetri:
preparate in uno spruzzino una soluzione contenente una parte di aceto con quattro parti di acqua.

Anticalcare:
a) per lucidare i rubinetti macchiati di calcare utilizzate una spugnetta imbevuta di aceto caldo.
b) per i fori dei rubinetti o il microfono della doccia con calcare svitarli e lasciarli a bagno qualche ora in un recipiente pieno di aceto.
c) box doccia: pulire con una spugna di quelle con un lato ruvido, imbevuta di aceto, poi sciacquare

Ruggine:
1) acqua e aceto caldo toglie la ruggine dall’acciaio o dai coltelli;

 2) immergere l’oggetto in un contenitore ricolmo di aceto di vino e attendere una mezza giornata, oppure una notte intera,  l’azione acida del liquido favorirà la rimozione delle ossidazioni

Muffa:
per eliminare la muffa presente sulle piastrelle del bagno o sulla tenda della doccia, pulire con una spugna morbida e lo spruzzino all’acqua e aceto;

Anti macchia:
a) per eliminare le macchie di cibo dalle tovaglie tamponare la macchia con aceto bianco
b) macchie da deodorante, prima di lavare il vestito, immergetelo in una bacinella contenente acqua e aceto

Tappeti sporchi
Per smacchiare o deodorare i tappeti sporchi di cibo o macchiati di pipì di cani e gatti, pulire nel senso del pelo con una spugnetta bagnata di aceto.

L’aceto può essere utilizzato insomma per tutte le pulizie di casa, ricordiamo però:

a) di non usare l’aceto sul marmo, sul travertino e sulle altre pietre a componente calcarea, sui parquet oliati, e di non mescolarlo con sostanze alcaline: bicarbonato, soda, detersivi per la lavatrice e la lavastoviglie e naturalmente, candeggina o detergenti alla candeggina.

b) sui tessuti ricordarsi di fare sempre una prova in un angolo poco visibile per verificare la resistenza dei colori

c) L’odore pungente dell’aceto può risultare fastidioso per eliminarlo basta aggiungere qualche goccia di olio essenziale di eucalipto

L’aceto è un prodotto naturale e risulta essere un prezioso alleato per le sue proprietà non solo in cucina e in casa, ma anche come rimedio per la salute e la bellezza, ma questo lo scopriremo nel prossimo post L’aceto per la salute e il benessere

E per finire ecco i consigli delle nostre amiche del gruppo I rimedi della nonna… su Bicchieri e lavastoviglie opache:

MaRa CaiBo Aceto

Donata Cigalotti Anke i miei rimangono macchiati pur mettendo l aceto in lavastoviglie, io verso direttamente l aceto sulla spugnetta abrasiva e li passo prima di metterli in lavastoviglie, tornano lucidi…buona giornata a tutti

Patrizia Ferraiuolo Anche in lavastoviglie, con uno spruzzino, sia nei bicchieri e un paio di spruzzi anche in lavastoviglie, mi torna anche quella lucida.

Ravvivare le posate di acciaio un po’ spente

Silvana Letizia Immergile in acqua e abbastanza aceto rosso lasciale un paio d ore, asciugale subito sempre

Leggi anche 

Pulizie in casa con il bicarbonato di sodio

Il limone per le pulizie in casa

Le pulizie di casa con i prodotti naturali

Precedente Segreti, origini e uso dell' aceto naturale Successivo L'aceto per la salute e il benessere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.