L’aceto per la salute e il benessere

L’aceto per la salute e il  benessere. Nei precedenti post Dai rimedi della nonna abbiamo parlato delle proprietà dell’aceto e del suo utilizzo in casa, come disincrostante, ammorbidente, brillantante e anticalcare e, in cucina, come un comune condimento. Oggi parleremo delle proprietà benefiche che l’aceto ha per il benessere e la salute del nostro organismo.  In questo post, vi proporrò infatti dei rimedi, a base di aceto di vino, i classici consigli della nonna da utilizzare per la bellezza (dei capelli e della pelle) e, per la salute (per il mal di testa, per il mal di gola ecc,) insomma per il benessere di tutto il corpo

L'aceto per la salute e il benessere

Dai rimedi della nonna: L’aceto per la salute e il  benessere

Conosciuto fin dall’antichità, grazie alle sue proprietà, l’aceto è stato utilizzato da sempre, come rimedio naturale o della nonna: in casa, come disincrostante, ammorbidente, brillantante e anticalcare; in cucina come comune condimento; e per la salute come antinfiammatorio, astringente, decongestionante ecc. conosciamolo un po’!

Il termine aceto deriva dal latino acētum, la cui radice etimologica è ak- che sta per “essere pungente”, del verbo acēre, “inacidire”. L’aceto infatti, è il prodotto della fermentazione acetica, provocata da microrganismi chiamati “Microderma aceti”, del vino bianco o rosso.

L’aceto è tra gli ingredienti naturali da avere sempre in casa, sembra infatti essere un toccasana per curare alcuni disturbi: allergie, artrite, asma, bronchite, calcoli, psoriasi, colesterolo, ipertensione, stress, dolori di pancia, mal di gola.

Studi scientifici hanno dimostrato che l’aceto di vino contiene vitamine, aminoacidi ed enzimi utili per la bellezza, la salute e il benessere di tutto il corpo, come la vitamina A che aiuta a mantenere giovane le pelle, le vitamine B1 e B2 utili per l’equilibrio del sistema nervoso,  la vitamina C un potente antiossidante, e ancora prolina, potassio, sodio, ferro, calcio, magnesio, ecc

Usato regolarmente si può beneficiare delle sue preziose proprietà, anche se, il più indicato per il nostro organismo è quello di mele, che si ottiene dal sidro o dal mosto di mela, perchè è meno acido dell’aceto di vino ed è quindi più digeribile.

Visto l’importanza di questo fantastico alimento vi consiglio di avere sempre a portata di mano una bottiglia di aceto di vino da utilizzare in casa come rimedio naturale per tutto il corpo, ecco qualche suggerimento su come utilizzarlo:

Capelli

1) Capelli opachi: Dopo lo shampoo , nell’ultimo risciacquo aggiungere 1 o 2 cucchiai di aceto di vino, poi spazzolare i capelli leggermente, asciugare.
2) Capelli grassi sciacquarli con acqua tiepida e aceto.
3) Pidocchi:
a) L’impacco di aceto è utile per staccare le uova dai capelli: pettinare i capelli con un pettine fitto (disinfettarlo alla fine con l’aceto) Poggiare sul capo un asciugamano intrinso abbondantemente di acqua e aceto: dieci parti di acqua e due parti di aceto (l’aceto grazie al ph acido discioglie la sostanza adesiva che fissa le lendini al capello) Infine fare uno shampoo normale.
b) Pidocchi: lavare i capelli con uno shampoo adatto e poi immergere i capelli e la testa in un catino con acqua calda e aceto. Sciacquare

Pelle

Lavatevi con acqua e aceto, l’aceto ha proprietà astringenti e antiossidanti che proteggono la pelle dall’invecchiamento precoce e attenua l’acne.

Bocca:

1) Per il Mal di denti: prepariamo un decotto facendo bollire uno spicchio d’aglio in un bicchiere d’aceto. Una volta tiepido sciacquare la bocca qualche istante, insistendo in particolare sul punto dolorante.
2) Per il Mal di gola; piaghe all’interno della bocca; tartaro; per prevenire problemi alle gengive:fare degli sciacqui o gargarismi con acqua e aceto (un cucchiaino per bicchiere d’acqua) per circa tre minuti

Deodorante:

applicate con un batuffolo di cotone un po’ d’aceto puro sotto le ascelle (l’aceto esercita un’azione regolatrice sui meccanismi della sudorazione), sciacquare poi con sapone.

Mal di testa:

Per il mal di testa da febbre appoggiare alle tempie una pezzuola imbevuta di aceto

Storte:

Fare degli impacchi di aceto caldo.

Punture di insetti (ape, zanzare) e meduse:

Passate sulla puntura un batuffolo di cotone imbevuto di aceto.

Escoriazioni e piccole ferite:

In mancanza di disinfettante utilizziamo l’aceto che ha proprietà detergenti e antibatteriche.

Stanchezza:

Un bicchiere d’acqua con un cucchiaio d’aceto e un cucchiaino di miele bevuto al mattino fa da stimolante.

Attenzione 

Per chi soffre di bruciori di stomaco o acidità, ulcera, dovrebbe utilizzare l’aceto da utilizzare  di mele che è meno acido, piuttosto che quello di vino, ma di quest’ultimo, nè parleremo nel post  l’aceto di mele nei rimedi della nonna

Leggi anche 

La borsite rimedi e consigli 

Pulire in casa con l’aceto

L’aceto di mele nei rimedi della nonna

Precedente Pulire in casa con l'aceto Successivo L'aceto di mele nei rimedi della nonna

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.