Riutilizzare l’acqua di cottura di pasta e verdure

Riutilizzare l’acqua di cottura di pasta e verdure. La pasta e le verdure sono quegli alimenti che non mancano mai sulle nostre tavole e quando le cuciniamo, mettiamo in pentola un discreto quantitativo di acqua, che al termine della cottura gettiamo via, ma ci sono tanti buoni motivi per non buttarla e riutilizzarla.

Riutilizzare l'acqua di cottura di pasta e verdure

Dai rimedi della nonna: Come riutilizzare l’acqua di cottura della pasta e delle verdure

L’acqua è una risorsa davvero preziosa ed essenziale per la sopravvivenza dell’uomo e del pianeta, bisognerebbe sempre cercare di risparmiarne il più possibile, e noi cercheremo di farlo anche in cucina, come? Riciclando l’acqua di cottura della pasta, del riso e delle verdure, lo so, è un piccolo gesto, ma moltiplicato per tanti di noi, è  un passo davvero importante. Vi chiederete, come fare e come utilizzarla?

Basta raccoglierla con una ciotola sotto lo scolapasta e conservarla in bottiglie per riutilizzarla in seguito,  in cucina, ma anche in giardino e per la cura del corpo. Ecco alcuni consigli e idee per riutilizzarla al meglio.

L’acqua di cottura della pasta e del riso è ricca di amido, quindi è ideale per:

Per lavare i piatti: basterà versare l’acqua da cottura o nel lavandino e aggiungere un po’ di detersivo per piatti

Per allungare il sugo, i pesti

Per creazioni in pasta di sale e far divertire i bambini

Per far bollire le verdure, basta portarla nuovamente ad ebollizione ed aggiungere le verdure

Per la panificazione, è ideale infatti per impastare tutti i tipi di farine

Per pediluvi emollienti e rigeneranti, basta aggiungere alcune gocce di olio o oli essenziali;

Per preparare un impacco per capelli da applicare prima dello shampoo e da lasciare agire per almeno un quarto d’ora prima di passare al lavaggio

L’acqua di cottura dei legumi, dei cereali e delle verdure

L’acqua di cottura di legumi, dei cereali e delle verdure, è ricca di sali minerali, qualità che le rendono perfette per:

Annaffiare le piante: una volta fredda, l’acqua può essere utilizzata sia per i vasi di fiori che per le erbe aromatiche o gli ortaggi.

Per insaporire zuppe, brodo, minestre.

Che ne dite di questi suggerimenti?

E voi avete altre idee per riutilizzare l’acqua di cottura della pasta e delle verdure?

Leggi anche

Bagnomaria per cuocere, scaldare, raffreddare e conservare gli alimenti

Pulire in casa con l’aceto

Rimedi con l’amido di mais o maizena

Utilizzi e rimedi con l’amido di riso

Le proprietà del bicarbonato di sodio

Precedente Gnocchi di patate o cavatelli Successivo Come riutilizzare i fondi di caffè

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.