Erbe utili per curare i disturbi dell’apparato digerente

Erbe utili per curare i disturbi dell’apparato digerente. L’apparato digerente ha un compito molto importante: accogliere, digerire, assimilare le sostanze nutrienti ed espellere quelle in surplus e le scorie. E’ un apparato soggetto a diversi disturbi meteorismo, stipsi, diarrea, ecc, vi sono però, diversi rimedi per curare l’apparato digerente, scopriamoli!

Erbe utili per curare i disturbi dell’apparato digerente
Erbe utili per curare i disturbi dell’apparato digerente-Dai rimedi della nonna

Dai rimedi della nonna: Erbe utili per curare i disturbi dell’apparato digerente

L’apparato digerente è formato da: bocca, cavità orale, faringe, esofago, stomaco, intestino e ano, ha un compito molto importante quello di accogliere, di digerire, di assimilare le sostanze nutrienti, e di espellere quelle in surplus e le scorie che non sono utili al metabolismo. Ci sono diversi  disturbi a cui è soggetto l’apparato digerente, come cattiva digestione, nausea, meteorismo, stipsi, gastrite, ulcera, vomito, diarrea, glossiti, gengivit, coliti, ecc. dovuti a stress, farmaci, infezioni, alimentazioni scorrette, ecc. disturbi che,  se non curati, potrebbero compromettere lo stato di salute generale e trasformarsi in patologie più gravi.

La natura, ci offre un valido aiuto per prevenire, ma anche per risolvere molti disturbi o infiammazioni dell’apparato digerente, con le sue erbe naturali ricche di tante proprietà benefiche per la salute, tra cui: lenitive, antinfiammatorie, cicatrizzanti ecc., da utilizzare, sotto forma di tisane, tinture madri o unguenti, naturalmente da abbinare  a corrette abitudini di vita e di alimentazione.

Di seguito, vi propongo i disturbi più comuni e  alcune erbe che possiamo  utilizzare per curarli e le loro proprietà:

Gastrite e ulcera epatica 

Per questo tipo di disturbo possiamo utilizzare le seguenti erbe: Althaea officinalis (Altea) che  ha proprietà emollienti, lassative e calmanti, ed è anche utile per curare i catarri bronchiali e la tosse, decongestionare l’intestino, e come cosmetico,  per le pelli arrossate e le foruncolosi; Glycyrrhiza glabra (Liquirizia) è rinfrescante, bechica, lassativa, espettorante, diuretica, antinfiammatoria; Malva officinalis (Malva) è anche efficace nella cura delle malattie infiammatorie delle prime vie aeree, nel favorire l’espettorazione e nel calmare la tosse, ma è anche utilizzata come regolatore della funzione intestinale per la sua azione lassativa; Melissa officinalis (Melissa) ha proprietà digestive, antispasmodiche, sedative ed è utilizzata anche  come lenitivo nelle infiammazioni del cavo orale; Tilia tomentosa (Tiglio) sedativa e spasmolitica viscerale; Zingiber officinalis (Zenzero) ha proprietà stomachiche, carminative, tonico-stimolanti, antisettiche e vitaminizzanti (ha un alto contenuto in vitamina C).

Insufficienza digestiva

Per  questo disturbo possiamo utilizzare: Ananas comosus (Ananas) ha un azione antiinfiammatoria, antiedematosa, diuretica, digestiva, anticoagulante; Cynara scolymus (Carciofo) è utile nelle epatopatie lievi o moderate, nella insufficienza biliare, nell’ insufficienza digestiva; Foeniculum vulgare (Finocchio) ha proprietà depurative, tonico-aperitive, carminative, antispasmodiche; Pimpinella anisum (Anice verde) ha azione antispasmodica, balsamica e secretolitica è utile nella dispepsia, negli spasmi gastrointestinali, meteorismo; Zingiber officinalis (Zenzero).

Insufficienza epatica

Per questo disturbo possiamo utilizzare le seguenti piante: Cynara scolymus (Carciofo); Curcuma longa (Curcuma) ha azione  antiinfiammatoria, immunostimolante, coleretica, colagoga diuretica, cicatrizzante e antibatterica;  Sylibum marianum (Cardo mariano)  è  colagogo (aiuta ad aumentare la quantità di bile che defluisce nell’intestino), è coleretico (stimola il fegato a produrre la bile), è diuretico, ipertensivo e tonico; Taraxacum officinale (Tarassaco) è antireumatico spasmolitico, anaflogistico e diuretico.

Per le Malattie diverticolari

Possiamo utilizzare le seguenti piante: Amorphophallus konjac (Glucomannano) è utile nel ridurre il senso di fame, favorisce il transito intestinale, aiuta a ridurre il colesterolo e la glicemia; Curcuma longa (Curcuma); Foeniculum vulgare (Finocchio); Melissa officinalis (Melissa); Passiflora incarnata (Passiflora) ha proprietà sedative e antispasmodiche; Pimpinella anisum (Anice verde); Tilia tomentosa (Tiglio).

Per Nausea e vomito

utilizziamo: Zingiber officinalis (Zenzero).

Per la Sindrome da colon irritabile

Utilizziamo: Curcuma longa (Curcuma); Foeniculum vulgare(Finocchio); Melissa officinalis (Melissa); Passiflora incarnata (Passiflora); Pimpinella anisum (Anice verde); Tilia tomentosa (Tiglio).

Per la Stipsi

Utilizziamo le seguenti erbe: Aloe vera (Aloe)  Amorphophallus konjac (Glucomannano); Cascara sagrada (Cascara) ha proprietà lassative, è utile per disintossicare fegato ed intestino, nei casi di epatite,facilita la espulsione della bile e scioglie i micro calcoli renali, biliari e della vescica; Cassia angustifolia (Senna) ha proprietà lassative; Plantago psyllium (Psillio) regola le funzionalità intestinali, aiutando la rimozione delle scorie anche in presenza di ragadi ed emorroidi; Rhamnus frangula (Frangula) ha proprietà purgative, lassative e colagoghe; Rheum palmatum (Rabarbaro) ha proprietà  digestive, depurative, astringente e antiinfiammatoria.

Per la Diarrea

Utilizziamo: Tilia tomentosa (Tiglio); Vaccinium myrtillus (Mirtillo) ha proprietà  astringenti, antidiarroici, antisettici e vermifughe.

Per Glossiti e Gengiviti

Utilizziamo: Boswellia serrata (Boswellia) ha proprietà antiinfiammatorie, antireumatiche, febbrifughe e ipoglicemizzanti; Eugenia cariophyllata (Chiodi di garofano) hanno proprietà analgesiche, antibatteriche, antimicotiche, antispasmodiche, carminative, antipotensive, toniche-mentali, tonico sessuali, uterotoniche; Lavandula officinalis (Lavanda) ha proprietà antisettiche, disinfettanti, vasodilatatrici,  antinevralgiche, cicatrizzanti, diuretiche, è utile per i dolori muscolari e artritici ed è considerata anche un leggero sedativo; Malva officinalis (Malva); Propoli hanno un azione antibiotica, antinfiammatoria, antiallergica, antiacido, antivirale, fungicida, anestetica, analgesica; Thymus species (Timo) ha proprietà antisettiche, cicatrizzante, digestive.

E per finire i consigli delle amiche del gruppo  Dai rimedi della nonna...su Parassiti intestino

Anonima Un limone spremuto con un po’ di acqua ogni giorno
Anonima Fermenti lattici
Anonima aglio e semi di zucca
Anonima Vermox in farmacia
Anonima Concordo, l’aglio per loro è come il sole per i vampiri. L’aglio però deve essere mangiato crudo per fare effetto.
Anonima Aglio crudo lo frulli insieme allo yoghurt e lo metti sul insalata o pure sulle patatine fritte.Metti 2 spicchi d’aglio un vasetto e mezzo di yoghurt.

su Colite

Anonima  Io quando sto male prendo Sempre camomilla
Anonima Non mangiare ne bere latticini
Anonima Ne soffrivo molti anni fa… Ho eliminato latte e derivati per circa un anno e sono guarita!

Leggi anche

Erbe per la salute dell’apparato cardiocircolatorio

Gastrite, bruciore di stomaco o acidità gastrica

I rimedi della nonna durante un viaggio o una vacanza

La diarrea, consigli, rimedi naturali

Pulizia dell’ntestino con i rimedi naturali

Meteorismo i rimedi naturali

Un bel sorriso con i rimedi naturali

Precedente Riflessi per capelli luminosi, rimedi e consigli Successivo Erbe e rimedi naturali per curare l'apparato urogenitale