Erbe per la salute dell’apparato cardiocircolatorio

Erbe per la salute dell’apparato cardiocircolatorio. L’apparato cardiocircolatorio è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni, all’ interno dei quali circola il sangue che distribuisce le sostanze nutritive ai vari organi.  Quando, questo meccanismo non funziona bene,  si possono manifestare diversi   disturbi, tra cui formicolii, vertigini, vene varicose, ecc. Possiamo utilizzare diversi rimedi e piante, sia per curare che per proteggere l’apparato cardiocircolatorio, scopriamone di più….

Erbe per la salute dell'apparato cardiocircolatorio
Erbe per la salute dell’apparato cardiocircolatorio-Dai rimedi della nonna

Dai rimedi della nonna: Erbe per la salute dell’apparato cardiocircolatorio

L’apparato cardiocircolatorio è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni (arterie, vene e capillari), all’ interno dei quali circola il sangue che, porta ossigeno e nutrimento a tutto il corpo, ed elimina i prodotti di rifiuto. Può succedere che, a causa di una cattiva circolazione del sangue, questo meccanismo non funzioni bene e alcune parti del corpo non ricevono correttamente il sangue. La  cattiva circolazione può aumentare il rischio di infarti, di coaguli, di vene varicose, di ictus, ecc

I problemi di circolazione possono affliggere persone di tutte le età e non soltanto anziani, come si potrebbe pensare. I principali sintomi  sono: mani e piedi freddi, macchie sulla pelle, gonfiore, formicolio o bruciore, caduta dei capelli e unghie fragili, varici, stanchezza, digestione lenta, cicatrizzazione lenta delle ferite, infezioni e raffreddori, disfunzione erettile, angina pectoris, perdita dell’appetito, disturbi cognitivi, segnali importanti che non dovremmo trascurare, per evitare in futuro problemi piu gravi. Mantenere in buono stato di salute l’apparato circolatorio quindi, è molto importante e per farlo, è necessario cambiare alcune abitudini di alimentazione e soprattutto di vita: eliminare o ridurre sale bianco, alcool e fumo, aumentare invece, il consumo di lamponi, more e mirtilli che tonificano le pareti venose, i capillari e il cuore, di pomodori e di peperoni che danno il giusto apporto di minerali potassio, fosforo e calcio e vitamina C e A, antiossidanti; di anguria che è ottima per reintegrare i liquidi e i sali persi, inoltre è ricca di potassio, magnesio e carotenoidi; di tè verde e di tè nero che abbassano i livelli di colesterolo nel sangue; infine praticare un po’ di sport e tenere sotto controllo lo stress. Insieme a questi cambiamenti  però, possiamo utilizzare anche diversi rimedi e piante naturali, ideali sia per curare che per proteggere l’apparato cardiocircolatorio, sotto forma di tisane, tinture madri, unguenti, ecc.

Di seguito troverete elencati alcuni disturbi del sistama cardiocircolatorio, quali erbe utilizzare ed alcune loro proprietà:

Per la Tachicardia sopraventricolare utilizziamo le seguenti piante: Crataegus oxyacantha o monogyna (Biancospino) ha proprietà rilassanti, è ipotensivo, astringente, febbrifugo; Passiflora incarnata (Passiflora) è utile  in caso di insonnia, ansia, stress, nella prevenzione delle cardiopatie e di quei disturbi caratteristici della menopausa come le vampate di calore; Valeriana officinalis (Valeriana) è spasmolitica, anticonvulsivante, antiangina, emmenagoga, diuretica e antiacne; Melissa officinalis (Melissa) è utile come sedativo, antispasmodico, digestivo, carminativo, per il Colon irritabile, gastralgie, nausea, vomito nei disturbi da stress, stanchezza, insonnia di origine nervosa, palpitazioni, inappetenza, cattiva digestione, emicrania, bronchite, tensione premestruale

Per lArterosclerosi possiamo utilizzare: Allium sativum (Aglio) ha proprietà antielmintiche contro gli ascaridi e gli ossiuri,  ipotensive, espettoranti, digestive, carminative, antisettiche, ipoglicemizzanti; Crataegus oxyacantha o monogyna (Biancospino) è un ipotensivo, astringente, febbrifugo ed è utile come sedativo ; Isoflavoni di soia per le vampate, l’insonnia, la tachicardia; Ginkgo biloba (Ginkgo) è utile per la memoria, migliora la circolazione sanguigna, è un antiossidante, è utile nella sordità e nei ronzii alle orecchie, nelle vertigini, nelle turbe della senescenza, nelle emicranie, nelle cefalee, nelle emorroidi, è un antiaggregante piastrinico, è utile nei  problemi sessuali, nell’ impotenza, nel colesterolo;  Oenothera biennis (Enotera) è utile nella sindrome pre-mestruale, nell’iperlipidemia, nell’aczema atopico e per migliorare l’aspetto della pelle; Policosanoli da Canna da zucchero hanno la  capacità  di ridurre il colesterolo, di abbassare  i trigliceridi, e sono utili per la  protezione dei vasi sanguigni;  Vitis vinifera (Vite) ha proprietà antiossidanti, cardioprotettive ed antimutageniche.

Per le Emorroidi utilizziamo: Aesculus hippocastanum (Ippocastano) ha proprietà astringenti, vasocostrittice e tonica venosa, antiinfiammatoria, antiedematosa è utile per l’ arteriosclerosi, i disturbi circolatori, varici, le vene varicose, emorroidi, bronchiti, tosse e infiammazione della prostata; Centella asiatica (Centella) ha proprietà energizzanti, umorali, vascolari; Ginkgo biloba (Ginkgo); Ruscus aculeatus (Rusco) è utile vasocostrittrice, antiinfiammatoria, antiedematosa, diuretica è utile per le  varici, emorroidi, cistiti, calcolosi renali, reumatismi, gotta, ritenzione idrica, ipertensione; Vaccinium myrtillus (Mirtillo nero) è utile in caso di pesantezza delle gambe, per le varici, flebiti, ulcere varicose ed emorroidi, aiuta l’irrorazione delle cellule della retina migliorando l’adattamento all’oscurità è utile nelle infezioni dovute all’alterazione della flora intestinale; Vitis vinifera (Vite).

Per L’insufficienza venosa arti inferiori utilizziamo: Aesculus hippocastanum (Ippocastano) è un astringente, vasocostrittice e tonico venoso, antiinfiammatorio, e  antiedematosa; Centella asiatica (Centella); Ginkgo biloba (Ginkgo); Melilotus officinalis (Meliloto) ha proprietà diuretiche, è un antispasmodico, anticoagulante, antiinfiammatorio, antisettico, astringente è utile nell’ nsonnia, nelle nevralgie, infiammazioni gastriche ed urinarie, affezioni venose (varici, tromboflebiti); Ruscus aculeatus (Rusco); Vaccinium myrtillus (Mirtillo nero); Vitis vinifera (Vite).

Per l‘Ipertensione arteriosa possiamo utilizzare: Allium sativum (Aglio); Crataegus oxyacantha o monogyna (Biancospino); Olea europaea (Olivo) ha proprietà  ipotensive; ipoglicemizzanti, astringenti è utile per l’ ipertensione ed è un coadiuvante nelle forme di diabete; Ortosiphon stamineus (Ortosifon ) ha proprietà diuretiche, colagoghe, ipocolesterolemizzanti, ipotensorie.

Per l’Ipotensione Arteriosa utilizziamo: Eleutherococcus senticosus (Eleuterococco) è utile  nello stress, nei problemi sessuali, nell’impotenza, nella frigidità, nell’esaurimento, aiuta la resistenza fisica e mentale, rinforza il sistema immunitario, contiene estrogeni; Glycyrrhiza glabra (Liquirizia) è  rinfrescante, bechico, lassativo, espettorante, diuretico e ha proprietà antinfiammatorie; Panax ginseng (Ginseng) ha proprietà antiossidanti, antipiretici, ipocolesterolemizzanti, probiotici, radioprotettivi, anticancerogeni ed antinfiammatori; Paulinia cupana (Guaranà) ha proprietà toniche, stimolanti, è nervina, febbrifuga, diuretica,  afrodisiaca è utile nei reumatismi, lombalgia, mal di testa, diarrea, affaticamento psico-fisica, prevenzione della arteriosclerosi.

Leggi anche 

I rimedi naturali per la pressione alta

I rimedi per la pressione bassa

I rimedi naturali per le vene varicose

Erbe utili per lo stress

Pulizia dell’intestino con i rimedi naturali

Le erbe medicinali  e le preparazioni per curarsi in maniera naturale

Precedente Erbe e rimedi naturali per curare l'apparato urogenitale Successivo Le erbe e le piante per dimagrire e perdere peso e loro proprietà