Afte o stomatiti i rimedi e i consigli per curarle e ridurre il dolore

La causa della comparsa delle afte o stomatite non si conosce esattamente, ma, queste infiammazioni sono di certo tra i disturbi più fastidiosi che compaiono all’interno della bocca. Si presentano come piccole ulcere dolorose o piccole macchie bianche, che causano dolore e sono necessarie fino a due settimane perchè guariscono spontaneamente. Per farle guarire prima e per ridurre il dolore proviamo con questi semplici rimedi e consigli naturali…

Afte o stomatiti i rimedi e i consigli per curarle e ridurre il dolore
Afte o stomatiti i rimedi e i consigli per curarle e ridurre il dolore

Dai rimedi della nonna: Afte o stomatiti  i rimedi e i consigli per curarle e ridurre il dolore 

L’Afte è un disturbo comune, che si presenta come delle piccole ulcere o piccole macchie bianche, in numero variabile da 1 a 6, circondate da un anello rosso e infiammato fino a 2,5 cm di diametro, all’interno della bocca, delle labbra, della gola, delle guance, sulle gengive e sulla lingua. E’ un infiammazione non contagiosa ma causa bruciore, fastidio e dolore mentre si mangia, si beve o ci si lava i denti. Colpisce qualunque fascia di età e ambedue i sessi, anche se sono più frequenti nelle donne, ulcere orali all’inizio del periodo mestruale.

L’afte di solito può comparire anche in forma multipla e prende il nome di Stomatite Aftosa (o aftosica) Ricorrente, le cause scatenanti sono diverse: predisposizione genetica, disordine della flora batterica intestinale, allergie, piccoli traumi ( come un lavaggio di denti troppo efficace o forte), stress psicologico, cambi ormonali (come la mestruazione), insufficienze di vitamine (B12, A, acido folico) o minerali (ferro), intolleranze alimentari, cattiva igiene orale ecc

 Vi sono tre tipi di stomatite aftosa ricorrente:

– minor  è caratterizzata da piccole ulcere dolenti e recidivanti, rotonde e chiaramente definite, con margini rilevati circondati da un alone arrossato e con un’area centrale necrotica poco profonda;

– major in cui le afte sono spesso più grandi e profonde, di quelle minore frequentemente lasciano esiti cicatriziali e il corso della malattia può durare per settimane o mesi.

– ed erpetiforme è la meno frequente e si caratterizza dalla presenza di numerose afte piccole.

Le zone colpite dall’afte si presentano arrossate, gonfie, dolenti, ma vi può essere tra i sintomi anche aumento della secrezione salivale, alitosi, febbre, sanguinamento delle gengive, dolore, ecc. All’insorgere di questi sintomi  i primi passi da seguire sono:

una corretta alimentazione con giusto apporto di frutta e verdura;

una corretta igiene orale;

utilizzare alcuni rimedi naturali da soli o con le medicine tradizionali, che ci aiuteranno, non solo a curare ma anche a ridurre il dolore, ma, prima di parlare di questo, ecco dei pratici consigli igienici utili anche per prevenirne la comparsa:

Fare attenzione:

-all’alimentazione: evitare cibi come cioccolato e/o bevande bollenti;

-cibi piccanti e tutto quel che può essere acido o può provocare bruciore e potenzialmente l’insorgenza di un’afta come  limoni, arance, mele, fichi, ananas, fragole pomodori;

-sostanze irritanti: come tabacco, spezie, dolcificanti artificiali (nelle gomme da masticare, nelle bevande dietetiche, ecc;

Prediligere:

alimenti ricchi di vitamine B, C, A ed E, uniti a minerali ed enzimi in grado di rafforzare l’organismo.

 In farmacia o in erboristeria troviamo diversi prodotti da utilizzare per alleviare questo disturbo ma, possiamo anche utilizzare, dopo aver lavato i denti, questi rimedi casalinghi, molto semplici, i classici rimedi della nonna, alcuni prevedono ingredienti che si trovano già in casa e nelle nostre cucine, come bicarbonato, sale, aceto o limone. Vediamoli!
Rimedi Afte

1) Passare sull’afte un cotton fioc con:

a)  un po’ di bicarbonato di sodio due volte al giorno;

b) o sale;

c) oppure con una miscela di aceto, succo di limone e un pizzichino di sale (miscelare gli ingredienti in una ciotolina, poi bagnare un cotton fioc con questo liquido e passarlo più volte sull’afta (all’inizio farà un po’ male).

d) gel di aloe vera;

2) Fare  degli sciacqui o gargarismi, con:

a) dell’acqua e limone ( fate bollire un po’ d’acqua, lasciatela intiepidire e versatevi qualche goccia di limone)

b) oppure con bicarbonato di sodio allungato con acqua

c) o con mezzo bicchiere d’acqua e qualche goccia di Tea Tree oil.

Precedente La dieta mediterranea, come avere un’alimentazione sana e bilanciata Successivo Herpes labiale i rimedi naturali e i consigli per curarla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.