Aglio amico della salute

Aglio amico della salute. L’aglio è una spezia non solo saporita ma è anche ricca di molti principi attivi. E’ amato ed è odiato a causa della conseguente fastidiosa alitosi che provoca, ma utilizzarne un po’ sugli alimenti, quotidianamente contribuisce anche al proprio benessere, ecco il perchè…

Aglio amico della salute
Aglio amico della salute-Dai rimedi della nonna

Dai rimedi della nonna: Aglio amico della salute

L’aglio ha molte proprietà benefiche per tutto l’organismo su cui  agisce da “antibiotico naturale”, per beneficiare al meglio di queste proprietà andrebbe consumato a crudo, 4 grammi al giorno, anche se il problema maggiore che scoraggia molte persone nel consumare l’aglio, è la conseguente e fastidiosa alitosi che può provocare.

L’Aglio, ovvero l’Allium Sativum appartiene alla famiglia delle Liliacee, é una pianta che, cresce sottoterra ed ha la forma di un bulbo, può contenere dai 6 ai 14 spicchi, tutti ricoperti da una sottile membrana. L’aglio e” molto ricco di sostanze salutari, la più importante delle quali è l’allicina, principio attivo che viene liberato quando, l’aglio, viene tagliato, spezzato o masticato, insieme al caratteristico odore pungente, che conferisce a questa spezia le sue proprietà antibiotiche e antibatteriche. L’aglio è il più antico dei medicamenti e il suo uso (culinario, terapeutico e magico) è ben documentato dalle principali civiltà, tra cui egiziani, babilonesi, greci, romani e cinesi da cui veniva utilizzato per guarire infezioni e ferite ma, soprattutto per prevenire diversi tipi di disturbi tra cui digestivi, per curare le epidemie, come la lebbra e il cancro, e per realizzare amuleti per proteggere, curare ed esorcizzare luoghi, persone e animali.

Un po’ di storia

Si dice che durante la costruzione della piramide di Cheope, circa 5.800 anni fa, gli schiavi entrarono in sciopero contro l’abolizione della loro razione d’aglio che veniva utilizzato per migliorare la resistenza e la forza e come febbrifugo. I Romani assumevano l’aglio per acquistare forza prima della battaglia. Plinio lo giudicava diuretico, efficace contro i vermi intestinali, adatto a combattere asma, itterizia. e addirittura lo riteneva un valido antidoto contro la rabbia e il veleno. I Vichinghi mangiavano grandi quantità d’aglio prima di iniziare i loro saccheggi, per ravvivare il proprio spirito e raccogliere le energie. Nell’antica Grecia era considerata una pianta degli inferi e dedicata ad Ecate la dea che accompagnava nel regno dei morti. Nei miti e leggende l’aglio è associato alla sua capacità di scacciare i vampiri ma anche le streghe. Nelle tradizioni popolari infatti, l’aglio è considerato un talismano collegato al solstizio d’estate e si consigliava di portarlo addosso nella notte che precede il 24 giugno (San Giovanni) per proteggersi dalle streghe che, in quella data celebrano il grande sabba annuale nella “notte delle streghe”.. Un antico rimedio delle nonne per favorire un sonno profondo e ristoratore è quello di mettere uno spicchio d’aglio sotto al proprio cuscino tutte le notti.

Proprietà

L’aglio è una buona fonte di diversi minerali e vitamine, tra cui: calcio, potassio, selenio, magnesio, fosforo, folati, vitamina C, provitamina A, vitamine B1 e B2, vitamina PP ed è,  povero di calorie, 100 grammi di aglio hanno un apporto calorico pari a 40 kcal, anche se la dose consigliata di aglio, vi ricordo che è di uno o al massimo due spicchi al giorno. Consumarne di più, al contrario, potrebbe provocare irritazioni nel sistema digestivo, mal di stomaco e gastrite, ma anche anemia.

Benefici

L’aglio ha potere detossinante e agisce da chelante, legandosi ai metalli che si depositano nel fegato e nei reni e ne favorisce l’ eliminazione; È un potente battericida, per questo motivo è utilizzato in caso di infezioni delle vie aeree, ad esempio in caso di catarro. Rafforza il sistema immunitario e agisce anche da antimicotico. E’ utile anche contro le infezioni e i disturbi dell’intestino (crampi, dissenteria e anche parassiti). Secondo alcuni studi, l’assunzione regolare di aglio, svolge un’azione preventiva nei confronti dei tumori, in particolare quelli che si sviluppano a causa dell’accumulo di sostanze tossiche nella flora intestinale, motivo per cui viene generalmente inserito tra gli alimenti della dieta anticancro. Consumare aglio quotidianamente regola la pressione sanguigna, contrasta l’ipertensione, il diabete e il colesterolo alto.

Utilizzo

L’aglio è un elemento indispensabile in cucina per la preparazione di molte pietanze: primi, secondi piatti, insalate e contorni di verdure che con l’aggiunta di un semplice spicchio d’aglio schiacciato a crudo ( per conservare intatte le numerosi nutrienti), possono acquisire più sapore. Spesso però, a causa del  particolare odore, che persiste nella nostra bocca, anche ore dopo averlo mangiato, molte persone sono scoraggiate dall’utilizzare e assumere questa spezia non solo aromatica e saporita ma anche ricca di tante proprietà.

Esistono però dei semplici rimedi contro la puzza d’aglio nell’alito, vediamoli:

Bere tè verde: il tè verde aiuta a combattere l’alito cattivo causato dall’aglio grazie soprattutto ai polifenoli che eliminano i composti di zolfo causa del cattivo odore.

A fine pasto:

mangiare un vasetto di yogurt così che il grasso in esso contenuto possa contrastare l’azione dello zolfo presente nell’allicina;

masticare, le foglie di alcune spezie, come  prezzemolo o salvia;

oppure chicchi di caffé o di liquirizia per alcuni minuti

se non amate questi sapori potete mangiare allora della frutta: una mela, un kiwi, dei frutti di bosco o dell’ananas, aiutano a contrastarne gli spiacevoli effetti.

Detto questo, via libera quindi, al consumo dell’aglio, da portare sulle nostre tavole e in tutte le nostre ricette, naturalmente crudo, spremuto sulle insalate o tritato, insieme a qualche foglia di prezzemolo oppure sfregato sulle fette di pane abbrustolito, di cui vi do la ricetta, una vera bontà!

Bruschetta classica

Occorrente una fetta di pane abbrustolito, o meglio “bruscato”, condire con un filo di Olio d’oliva, sale, una strofinata d’aglio e un pizzico di origano

Attenzione

Non eccedere nell’uso: mangiare aglio crudo fa bene ma è meglio non eccedere perché potrebbero verificarsi alcuni effetti collaterali come irritazione delle pareti intestinali e del tubo digerente ( la dose consigliata di aglio è di uno o al massimo due spicchi al giorno).

L’aglio crudo inoltre è sconsigliato in caso di:

gastrite, ulcera peptica, anemia,  in soggetti allergici, in gravidanza e allattamento;

contemporaneamente all’ussunzione di alcuni farmaci, in particolare con gli anti-coagulanti,  per cui per ogni dubbio è sempre bene rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Citazioni e detti popolari sull’aglio

«Agli e fravagli
fattura che non quagli.
Corna e bicorne
capa ‘alice e capa d’aglio…».

-Chi non compra l’aglio il giorno di San Giovanni è povero tutto l’anno
-Chi aglio non mangia, d’aglio non puzza
-Chi non compra l’aglio per san Giovanni e` poveretto tutto l’anno.
-Se hai male alla panza mangia aglio in abbondanza; se hai male alla testa aggiungi aglio alla minestra.

L’aglio: una vera superpillola con proprietà antinfiammatorie, antibiotiche, anti-impotenza, salvacuore e abbassa pressione. Insomma: un piatto di spaghetti aglio, olio e peperoncino è un vero toccasana.  Umberto Veronesi e Mario Pappagallo

Cinque cose si dicono dell’aglio: soddisfa, riscalda il corpo, fa splendere la faccia, aumenta il liquido seminale e uccide il verme solitario. Talmud

Leggi anche

Il rosmarino proprietà e utilizzi

Le proprietà delle spezie per la salute

Conservare gli aromi in cucina con i consigli della nonna

Erbe utili per lo stress

Aromaterapia e oli essenziali

Precedente Frittata di spaghetti o di maccheroni Successivo Immagine frase Non ho pazienza per alcune cose...

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.