Come prevenire la muffa in casa

La muffa è un vero e proprio fungo che emette batteri e spore, microscopiche e leggerissime, le quali una volta inalate provocano fastidiose irritazioni al sistema respiratorio e anche quello nervoso, ma come si forma e come prevenire la muffa  negli angoli e sulle pareti, nel periodo invernale? Ecco qualche consiglio…

Come prevenire la muffa in casa

Dai rimedi della nonna: Come prevenire la muffa in casa

In inverno, quando l’umidità ambientale aumenta e gli sbalzi di temperatura tra l’ interno e l’esterno sono più elevati, in casa, sui soffitti e sulle pareti esterne, ma soprattutto in ambienti chiusi e poco soleggiati, come cantine o garage, uno dei problemi più frequenti e soprattutto più fastidiosi è sicuramente dato dalla comparsa della muffa sulle pareti. Le muffe, sono un tipo di funghi che si riproducono per mezzo di spore,  si manifestano prima con piccoli puntini neri sulle pareti, che poi diventano delle macchie scure compatte, a cui segue lo sfarinamento e lo sfogliamento delle pitture e degli intonaci.

Cause
Le cause sono diverse:

– insufficiente isolamento termico delle pareti: muri, travi e pilastri rivolti all’esterno e non perfettamente coibentati (ponti termici);

– errate abitudini di riscaldamento e di ventilazione della casa: insufficiente ricambio d’aria, biancheria umida messa ad asciugare all’interno, specialmente nella stagione fredda, eccesso di acqua nelle piante, vapore (respirazione, sudore) disperso nell’aria da ogni adulto che vive in casa, utilizzo di serramenti ad elevata tenuta senza provvedere nel contempo al ricambio di aria.
 Prevenzione
Le muffe, quindi, per attecchire e proliferare in un ambiente, hanno bisogno contemporaneamente di quattro condizioni favorevoli: temperatura alta all’interno e bassa all’esterno, presenza di spore, luce scarsa, acqua-umidità. Per eliminare e prevenire la muffa, in questi casi, bisogna adottare alcuni accorgimenti, tra questi, evitare che, si formino le condizioni necessarie alla proliferazione degli stessi e cioè, un ambiente favorevole e una sufficientemente alimentazione, quindi:
1) aprire le finestre ogni giorno in tutte le camere, anche in inverno,  è sufficiente
tenere aperte le finestre per 10 o 15 minuti ogni giorno;
2) arieggiare  in cucina  e in bagno dopo aver preparato da mangiare e dopo
aver fatto il bagno o la doccia con acqua calda.

3) Evitare di far asciugare biancheria e indumenti bagnati  in casa perché creano molta umidità;

4) Tenere staccati i mobili dalle pareti ( specie quelle esterne ) di almeno 5 centimetri;

5) Evitare i tappeti e la moquette in ambienti umidi, in quanto trattengono l’umidità;

6) Infine utilizzare un deumidificatore.

Rimedi casalinghi

Per eliminare la muffa dalle pareti ci sono vari metodi:

1) Candeggina:  La candeggina è un’antimuffa per eccellenza con uno spruzzino vaporizzatela sulle pareti piene di muffa . Dopo venti minuti sciacquate con una spugna più volte, fate areare la camera e fate asciugare la parete prima di soggiornarvi.

 2) Aceto Bianco: preparate una soluzione con un litro e mezzo di acqua bollente e due tazze di aceto bianco. Con uno spruzzino applicate sulla parete e lasciate agire per circa 15 minuti. Poi, risciacquate e togliete ogni traccia di muffa.
3) Acqua, acqua ossigenata, bicarbonato e sale: preparate una soluzione con 350 ml di acqua, 1 cucchiai di acqua ossigenata,1 cucchiai di bicarbonato di sodio, 1 cucchiaio di sale fino: In uno spruzzino, versate prima l’acqua, poi il bicarbonato, il sale, mescolate Aggiungete l’acqua ossigenata e agitate con energia. Spruzzare questa soluzione sulla parete, munitevi di guanti in lattice e grattate con un vecchio spazzolino o una spugna abrasiva.
Dopo aver passato questi rimedi, fate asciugare la parete e passare una mano di pittura traspirante e anticondensa.
Precedente Immagine frase I veri eroi Successivo Conservare gli aromi in cucina con i consigli della nonna

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.