Porosità dei capelli consigli e rimedi naturali

Porosità dei capelli consigli e rimedi naturali. Per ridare vigore e lucentezza ai capelli soprattutto a quelli sottoposti a stress quotidiani: piastra, phon, agenti atmosferici ed altro, possiamo utilizzare gli impacchi, dei veri e propri trattamenti cosmetici di bellezza. Ma, per scegliere quello giusto è importante conoscere la porosità dei propri capelli….

Porosità dei capelli consigli e rimedi naturali
Porosità dei capelli consigli e rimedi naturali-Dai rimedi della nonna

 

Dai rimedi della nonna: Porosità dei capelli consigli e rimedi naturali

La Porosità è la capacità dei capelli di assorbire l’umidità, tale caratteristica è determinata dalla forma del fusto dei capelli e dalla maggiore o minore apertura delle squame dello strato più esterno, la cuticola (ed è quest’ultima che consente oppure ostacola l’entrata e/o la fuoriuscita di sostanze idratanti e nutrienti applicate sui capelli). Una condizione naturale di alcuni capelli o trattamenti aggressivi come tinte chimiche, permanente, l’uso di piastra o di ferro, decolorazione, esposizione al sole, al vento, o al cloro, possono aumentare la porosità.

Conoscere la porosità dei capelli, ci permette quindi di avere cura della nostra chioma e di utlizzare i trattamenti e gli impacchi giusti. Questi ultimi, grazie agli ingredienti in essi contenuti, sostanze nutrienti e ristrutturanti, sono in grado di restituire lucentezza, pettinabilità, antistaticità e volume a capelli spenti, sciupati, grassi o colorati. Esistono tre tipi fondamentali di porosità dei capelli:
-bassa, la cuticola è così compatta da non permettere al nutrimento di entrare nè di uscire facilmente. E’ difficile da trattare e anche da processare chimicamente con tinte e permanenti. Però mantiene molto il colore (ma esige di usare prodotti alcalini prima);
-normale, permette di essere trattato facilmente;
-alta, la cuticola è alzata e il nutrimento esce ed entra facilmente e anche velocemente, tipo una spugna. Si danneggiano facilmente, sono secchi, crespi e si spezzano facilmente. I bei capelli sono quelli che hanno le cuticole chiuse e quindi riescono a riflettere la luce e a trattenere l’idratazione.

Conoscere la porosità dei propri capelli

Come abbiamo detto prima, è importante conoscere quale sia la porosità dei propri capelli, in quanto ci aiuta:
-a mantenere la nostra chioma idratata, e avere quindi capelli sani, elastici, forti e lucenti, soprattutto se i nostri capelli sono maltrattati da trattamenti chimici;
– e a capire quali sono i prodotti migliori da utilizzare nella nostra routine quotidiana per abbassarne la porosità e rendere le cuticole più compatte, in modo da migliorare l’assorbimento e soprattutto il mantenimento dell’umidità e dei prodotti che si vogliono utilizzare.

Se volete conoscere qual’è il grado di porosità dei vostri capelli, basta fare il test dell’acqua, è un test facile da eseguire e si può fare tranquillamente a casa, basta utilizzare dei capelli lavati solo con shampoo delicato e non trattati con balsami maschere o altro e asciugati all’aria.

Test porosità

Recuperate dei capelli che vi sono caduti durante la doccia (prima di mettere il balsamo o la maschera) oppure dalla spazzola che utilizzate per spettinarli. Mettete questi capelli in una bacinella o caraffa o bicchiere pieno d’acqua a temperatura ambiente e guardate il modo in cui iniziano ad andare a fondo: più il vostro capello è in buone condizioni, più starà a metà bicchiere; se è poco poroso galleggerà in superficie; se è molto poroso, inizierà ad immeregrsi quasi subito e più la porosità è alta, prima affonderà.

Capelli ad elevata porosità
Questi capelli hanno le cuticole molto rialzate, quindi assorbono agevolmente acqua e prodotti, ma purtroppo li perdono altrettanto facilmente. Quando c’è una forte umidità e nei mesi molto caldi, utilizzare prodotti con anti-umettanti: oli, burro o gel d’aloe. Dopo lo shampoo, fare l’ultimo risciacquo con soluzioni a PH acido (<7 aiuta a chiudere le squame) come aceto, aceto di mele, succo di limone o semplicemente acqua fredda; fare trattamenti proteici con proteine idrolizzate della seta o del riso, alla cheratina,  le proteine riempiono le lacune nella cuticola,

Capelli a bassa porosità
Le squame del capello sono chiuse, motivo per cui l’acqua, le creme, gli oli, ecc, faticano molto a penetrare e quindi l’idratazione può essere difficoltosa. Non utilizzare prodotti che contengono proteine, poiché queste sostanze possono appesantire i capelli e renderli grassi. Fare trattamenti utilizzando il calore; acqua calda, phon, ed oli caldi, tra questi: olio di semi d’uva; olio di jojoba; olio di argan; Consiglio fare l’ultimo risciacquo con acqua fredda in modo che i capelli siano lucidi e brillanti.

Capelli a media porosità
Hanno le cuticole abbastanza chiuse,ma leggermente rialzate, quindi riescono a ricevere la giusta idratazione, senza disperderla troppo velocemente. Utilizzare su questi capelli balsami con proteine e oli mono-saturi come  l’olio di mandorla dolce, l’olio di avocado, l’olio di arachidi, l’olio di macadamia o l’olio di oliva.

Leggi anche

Riflessi per capelli luminosi, rimedi e consigli

Le cause e i rimedi per i capelli bianchi

Le maschere di bellezza per nutrire e ristrutturare i capelli

Capelli stressati fragili e con doppie punte

Trucchi e rimedi per protegger i capelli dal sole e dal mare

Maschera idratante e lucidante all’amido di mais e miele

Maschera per capelli nutriente al cacao

Precedente Immagine frase L'amore notò la solitudine... Successivo Immagine frase Tutti noi commettiamo errori...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.