La crema pasticcera

La crema pasticcera. Oggi prepareremo una crema soffice e delicata, che si può gustare da sola, abbinata a frutta fresca o secca e per farcire qualsiasi tipo di dolce, stiamo parlando della crema pasticcera, ecco la ricetta…

La crema pasticcera
La crema pasticcera

Dai rimedi della nonna: La crema pasticcera

La crema pasticcera è tra le creme più note e usate in pasticceria per farcire crostate, paste choux, dolci di pasta sfoglia, millefoglie e pan di Spagna. E’ una crema molto semplice da preparare, ideale anche per creare squisiti semifreddi, budini e moltissimi altri dolci al cucchiaio.

Una buona crema pasticcera si prepara mescolando in una casseruola i tuorli d’uovo con lo zucchero semolato e la farina, aggiungendo man mano il latte fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi. Mettiamoci quindi subito ai fornelli e proviamo questa  ricetta…

 Ingredienti:
4 tuorli; 4 cucchiai di  zucchero; 4 cucchiai di  farina; 500 ml latte freddo; 1 bustina di vanillina; un pizzico di sale; una scorzetta di limone (attenzione a non raschiare la parte bianca della buccia che risulta molto amara)

Preparazione:

Mescolare in una casseruola di acciaio, con una frusta o con la forchetta, lo zucchero ai tuorli fino al formarsi di un composto omogeneo e morbido. Quando la miscela risulterà liscia e morbida, versate lentamente il latte freddo, mescolando sempre.

Poi unitevi la scorzetta di limone e la vanillina. Portate il tutto ad ebollizione, su fuoco basso e mescolando sempre.

Al raggiungimento del bollore, abbassate la fiamma e lasciate cuocere: potete regolare la densità della crema aumentando il tempo di permanenza in ebollizione da un minimo di 2 minuti ad un massimo di 4-5 minuti. Fatela raffreddare ponendo il recipiente in acqua fredda

Consigli:

1) Per evitare che sulla vostra crema si formi la crosticina:

a) Mettere la crema  in un contenitore, coprire con la pellicola facendola aderire alla crema, in questo modo rimarrà cremosa e liscia.

b) Oppure spargervi sopra dello zucchero semolato

2) La crema pasticcera si può gustare nelle torte oppure semplicemente così aromatizzata in vari gusti:

a) al caffè (aggiungendo alla fine, nella crema bollente, 2 cucchiai di caffè istantaneo).

b) al cacao, sostituendo 1/4 della farina con un cucchiaio colmo di cacao.

3) La quantità di farina determina la consistenza finale di questa crema: nel caso serva una crema soda, aumentare la quantità di farina e viceversa

Leggi anche 

La zeppola di S Giuseppe

Pasticelle di Natale e la crostata di castagne

Crostatina con pesche sciroppate ed amaretti

Precedente Festa di Halloween storia e curiosità Successivo La ricetta della torta della nonna

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.