Crea sito

Gli struffoli di Natale ricetta e curiosità

Gli struffoli di Natale ricetta e curiosità Dolce tipico natalizio napoletano per eccellenza, gli struffoli sono piccole palline di pasta frolla fritte realizzata con farina, uova, burro, zucchero, aromi e poi ricoperte di miele e da multicolorati confettini o diavulilli, ecco la mia ricetta e qualche curiosità…

Gli struffoli di Natale ricetta e curiosità
Gli struffoli di Natale ricetta e curiosità

Dai rimedi della nonna: Gli struffoli di Natale ricetta e curiosità

Durante il periodo natalizio è tradizione a Napoli, nel sud, che tutte le donne di casa si riuniscano per preparare i dolci di Natale, tra cui gli struffoli,  palline di pasta tipo frolla, fritte nell’olio e ricoperte di miele caldo, ma questo dolce golosissimo, non è stato inventato a Napoli,  la sua origine è greca. Il nome, deriva da strongulos, cioè pasta a forma sferica, arrotondata o incavata, ed ogni famiglia ha i suoi segreti e la sua ricetta, tramandata da madre in figlia e questa è la mia…

Ingredienti impasto:

600 g farina , 4 uova + un tuorlo, la buccia grattugiata di mezzo limone e di arancia, 80.g di burro, 2 cucchiaio zucchero , un pizzico di sale, olio per friggere

Per guarnire:

250 g di miele, la buccia di 3 arance, 75 g scorzette di arancia candita, confettini (cannellini, argentati), nocciole tostate q.b, ciliege candite

Preparazione:
Disponete a fontana la farina setacciata e al centro di essa mettete tutti gli altri ingredienti. Preparate una bella pasta consistente ed elastica. Fatela riposare per ½ ora e poi prendetene dei pezzetti che rotolerete con le dita in modo da ottenere tanti bastoncini molto sottili, che ridurrete tagliandoli ancora in piccole palline che sistemerete su un tovagliolo.

Friggete ora gli struffoli, pochi per volta, in abbondante olio caldo e quando saranno belli dorati e croccanti, li scolerete con l’aiuto della schiumarola adagiandoli sulla carta assorbente in modo che tutto l’unto venga assorbito. Ora sciogliete in una pentola il miele, aggiungete le bucce grattugiate delle arance.

Non appena si formerà una schiuma leggera, aggiungete gli struffoli, e le scorzette tagliate a cubetti della frutta candita, le nocciole. Con un cucchiaio di legno mescolate piano piano con molta attenzione, senza schiacciare gli struffoli e continuate a mescolare fino quando il miele è stato assorbito.

A questo punto versate il tutto su un piatto rotondo e con le mani bagnate d’acqua cercate di dare agli struffoli una forma conica, lasciate raffreddare. Guarnite con i confettini e le ciliege candite

Consiglio:

Se volete ottenere degli struffoli più gonfi, potete aggiungere all’impasto un pizzico di bicarbonato o di ammoniaca per dolci, avendo cura, però, di lasciare riposare l’impasto per almeno due ore.

Per avere un profumo e sapore più particolare potete aggiungere qualche goccia di succo di limone e un pezzetto di scorza (soltanto la parte gialla) durante la glassatura.

Curiosità:

Gli struffoli sono largamente diffusi nell’Italia meridionale dove ne esistono diverse versioni, tutte più o meno simili alla ricetta originale ma prendono nomi diversi. In Calabria vengono chiamati: “cicirata” o “turdiddi”, in Umbria ed Abruzzo “cicerchiata” ed a Palermo “strufoli”.

Leggi anche 

Pasticelle di Natale e  la crostata di castagne

Liquore cremoso al cioccolato

Feste: Regali, idee nuove e sorprendenti

Idee regalo per Natale

Idee regalo golose per Natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.