Gambe e caviglie gonfie consigli e rimedi

Gambe e caviglie gonfie consigli e rimedi. Le gambe e le caviglie gonfie sono tra i disturbi più comuni che tormentano le donne o chi è costretto a lavorare in piedi o rimane a lungo in posizione seduta, provocandogli un vero e proprio disagio. Come curare, quali sono i consigli o i rimedi da utilizzare quando ci si accorge di avere gambe e caviglie gonfie?

Gambe e caviglie gonfie consigli e rimedi
Gambe e caviglie gonfie-Dai rimedi della nonna

Dai rimedi della nonna: Gambe e caviglie gonfie consigli e rimedi

Molte donne soffrono di questo fastidioso disturbo soprattutto se lavorano in piedi, se la circolazione sanguigna  non è proprio perfetta, se sono leggermente in sovrappeso, se soffrono di ritenzione idrica, di obesità, di cambiamenti ormonali, ecc.. In questi casi le gambe e le caviglie gonfie diventano un problema insopportabile soprattutto nel periodo estivo quando il caldo aumenta. Come evitare le gambe e le caviglie gonfie e stanche?

In questo post troverete alcuni consigli, trucchisuggerimenti su strategie dietetiche e comportamentali,  per risolvere il problema della gambe e caviglie gonfie e alcuni rimedi naturali a base di erbe o piante medicinali,  come: la centella asiatica, la betulla, il mirtillo nero, il ginkgo biloba, l’ippocastano ecc,  da utilizzare non solo per migliorare la circolazione, ma anche per attenuare il gonfiore ed il senso di stanchezza delle gambe.

Il primo passo per risolvere il problema delle gambe e delle caviglie gonfie è quello di adottare un’ alimentazione ed uno stile di vita e comportamentali adeguati, quindi:

diminuire il peso con una dieta adeguata e bere tanta acqua ;

a tavola preferire: alimenti che contengono la vitamina C, per la sua ricchezza in flavonoidi che rinforzano le vene e proteggono la circolazione; alimenti che contengono potassio come i legumi, i cereali integrali; la frutta secca (soprattutto le mandorle) e l’uva, poiché esso stimola la diuresi e aiuta così ad evitare l’accumulo di tossine e la ritenzione idrica e frutta, come i frutti di bosco, e in primis i mirtilli, che hanno la capacità di contrastare la fragilità capillare;

fare un po’ di movimento: tutti i giorni mezz’ora (o  almeno 5 giorni a settimana) praticare un po’ di sport oppure fare una camminata a passo svelto, una nuotata, una passeggiata in bicicletta ecc;

scarpe: nel quotidiano preferire scarpe comode, né troppo basse né troppo alte;

e per finire, utilizzare i  rimedi naturali,  la natura infatti ci viene in aiuto con alcune piante che hanno effetto curativo, contribuiscono a dare tonicità ed elasticità vascolare, ma anche a ridurre la dilatazione delle vene e la permeabilità capillare e conseguentemente la formazione di edemi sottocutanei.

Rimedi

Di seguito troverete un piccolo elenco di piante che possono essere utilizzate per risolvere il problema delle gambe e caviglie gonfie, piante da utilizzare sotto forma di creme e oli per massaggi alle gambe,  oppure internamente per via orale sotto forma di macerati, tisane capsule, ecc.

A seconda, di quale è la causa del nostro problema, che sia circolatorio o di ristagno dei liquidi, possiamo utilizzare le seguenti erbe:

Amamelide grazie alle sue benefiche proprietà a livello dei vasi sanguingni è utile nelle varici, da utilizzare sotto forma di gocce o tintura madre.

Betulla è utile nella ritenzione idrica, nella cellulite da utilizzare sotto forma di tisana

Centella Asiatica favorisce il drenaggio nella cellulite è ideale per gambe gonfie, da utilizzare sotto forma di creme o capsule

Edera l’azione astringente e vasocostrittrice favorisce il riassorbimento dei liquidi che impregnano i tessuti.

Ginkgo Biloba è utile nelle insufficienze venose degli arti inferiori, disturbi della permeabilità capillare, deficit della circolazione arteriosa, da utilizzare sotto forma di  gocce e capsule, ma anche lozioni e creme da applicare direttamente sulle gambe

Ippocastano è un vasocostrittore viene utilizzato per alleviare tutti i disturbi derivati da una cattiva circolazione sanguigna: dolore alle gambe, fragilità  capillare, gonfiore.

Mirtillo nero è utile nei problemi, vascolari, nella  circolazione sanguigna.

Ribes nero è indicato nella insufficienza venosa degli arti inferiori,  nella fragilità capillare cutanea.

Rusco o pungitopo: le preparazioni a base di Rusco o pungitopo vengono impiegate come coadiuvanti nel trattamento dei disturbi associati all’insufficienza venosa cronica: senso di pesantezza alle gambe, edema, prurito e crampi notturni ai polpacci; da utilizzare sotto forma di infuso, decotto, succo, compresse

Vite rossa ha una valida azione protettiva sui vasi venosi e sui capillari, da utilizzare sotto forma di infuso, compresse, o impacchi da applicare direttamente sulle gambe la sera.

Pediluvio per caviglie gonfie

Versare in una pentola  3 litri di acqua e  3 manciate di foglie di Vite rossa, far bollire per 15 minuti. Travasare il macerato in una bacinella, aggiungere un po’ di acqua fredda e mettere a bagno i piedi per 15 minuti.

Massaggio drenante, defaticante, riattivante e linfodrenante

Massaggiare le gambe con movimenti circolari delle mani, a partire dalle caviglie e salire verso l’alto, utilizzando qualche goccia di olio (mandorle o di girasole, ecc) a cui aggiungere alcune gocce di olio essenziale di limone o di rosmarino.

Consigli

1) La cipolla, consumata cruda o cotta, è un prezioso alleato contro la ritenzione idrica.

2) Quando è possibile dormite con le gambe più alte rispetto al cuore mettendoci ad esempio un cuscino sotto.

3) fatevi fare dei massaggi linfodrenanti che favoriscono la circolazione sanguigna e linfatica

4) al termine della giornata è bene immergere le gambe in acqua fredda e poi tenere per qualche minuto le gambe in verticale

E per finire i consigli delle amiche del gruppo Dai rimedi della nonna... su distorsione o storta alla caviglia..,

Barbara Florida Il ghiaccio sgonfia, male non fa, non metterlo a contatto diretto con la pelle

Barbara Abbatiello …compra la cavigliera

Katia Berti Sbatti il chiaro dell’uovo e applicala sulla caviglia e avvolgi la parte con della pellicola

Stefania Case Io credevo una storta invece l osso era rotto, se continua il male è meglio fare i raggi!

ulcere sulle gambe gonfie per il diabete

Anonima  una mia conoscente ha usato olio di neem per psoriasi, è migliorata tantissimo poichè ha un potente effetto antibatterico, magari fa il suo dovere anche per le ulcere
Anonima Fasciature medicate con garze con Una crema allo zinco ma dev essere fasciato. Medico assolutamente
Marina Di Matteo Ozonoterapia
Anonima Aloe vera
Anonima Cloruro di magnesio
Anonima argento colloidale 2 volte al giorno. a mio marito sono guarite cosi

Leggi anche

Curare i piedi

Talloni e piedi screpolati consigli e rimedi

I rimedi naturali per la micosi delle unghie

Piedi puzzolenti: pediluvio alloro, il rimedio naturale

Precedente Come mantenere l'abbronzatura: i trucchi e i rimedi Successivo Pulizia dell'intestino con i rimedi naturali

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.