Sale Rosa dell’Himalaya

Oggi, voglio parlarvi di sale, non il classico sale bianco, marino, raffinato che utilizziamo normalmente in cucina, che viene trattato o lavorato con procedimenti forzati e arriva sulle nostre tavole ormai privo di tutti quei valori nutrizionali, minerali ed oligoelementi, essenziali per la vita degli animali e degli esseri umani, ma del sale Rosa dell’Himalaya e delle sue particolari proprietà e benefici…

Sale Rosa dell'Himalaya
Sale Rosa dell’Himalaya

Dai rimedi della nonna: Sale Rosa dell’Himalaya

Il sale cristallino dell’Himalaya o sale rosa, è conosciuto anche come “oro bianco”, è un sale dalle origini antichissime, e viene estratto in giacimenti nelle altezze dell’Himalaya. Questo sale, definito salgemma pechè di derivazione rocciosa, si è formato milioni di anni fa, a causa dei movimenti tettonici, che intrappolarano tra le catene montuose dell’Himalaya una porzione di mare. Acqua, che poi, gradualmente è evaporata, lasciando depositati il sale e tutti gli elementi nutritivi che conteneva.

Il sale rosa fu scoperto  nel 350 a.C. dalle popolazioni locali, che videro sporgere dalla terra delle formazioni saline, e iniziarono a scavarle e a farne uso ma, a partire dalla conquista britannica nel XVI secolo, l’estrazione di questo preziosa risorsa fu continua, e il sale rosa divenne una delle tante spezie orientali commercializzata con l’Occidente.

Oggi, il sale Himalayano viene estratto ancora secondo la tradizione, a mano dalle miniere (la cui maggioranza viene ottenuta per estrazione nelle miniere di Khewra, la seconda più grande miniera di sale del mondo, situata nella regione del Punjab, in Pakistan) e dopo l’estrazione, non viene raffinato con procedimenti chimici ma, viene selezionato, lavato da polvere e impurità con una soluzione satura e infine macinato e impacchettato.

Il sale rosa dell’Himalaya è quindi: un sale puro e privo di tossine e di sostanze inquinanti, che possono invece contaminare le tipologie di sale che provengono da mari e oceani, non è raffinato, né trattato chimicamente, a differenza del normale procedimento di sbiancamento al quale invece è sottoposto il sale marino, proprio per questo, può avere diverse sfumature rosa o rossicce e può essere nel colore dei grani molto disomogeneo.

Proprietà e benefici

Il sale rosa dell’Himalaya è un sale ricco di minerali e oligoelementi, dalle analisi chimiche risulta composto oltre che da cloruro di sodio (in quantità leggermente inferiori rispetto al comune sale marino), da calcio, potassio, magnesio, ossido di zolfo, ferro, manganese, fluoro, iodio, zinco, cromo, rame, cobalto, e altri preziosi elementi, la cui quantità può variare a seconda del filone di estrazione.

Il sale rosa dell’Himalaya è un sale ricco di nutrienti, ed è utile:

in cucina, è un esaltatore di sapori e un eccellente conservante, tanto che viene utilizzato dalle industrie per la preparazione di prodotti pregiati di media e lunga scadenza; è anche un ottimo integratore salino per animali di grandi dimensioni;

per la bellezza e il benessere: viene utilizzato nelle cure estetiche e nei trattamenti di bellezza ad esempio per scrub corpo, peeling, massaggi, lettini di sale, sali da bagno, impacchi ;

-per la salute: in soluzione, per i bagni, per le inalazioni e per i lavaggi è indicato nella prevenzione e nella cura di comuni disturbi come raffreddore, dermatite, congiuntivite,  verruche, per la pulizia della bocca. ecc

Il sale rosa dell’Himalaya lo troviamo in commercio sia in grani grossi che fino, è sale un po’ più costoso del normale sale da cucina, ma una confezione dura molto di più rispetto al sale normale perchè ne basta davvero un pizzico per rendere le pietanze molto più gustose, in   grossi granuli o pezzettoni e in blocchi

Secondo alcuni studi, l’utilizzo del sale rosa dell’Himalaya, in sostituzione del comune sale da cucina limita il rischio di ritenzione idrica e di ipertensione, poiché il suo contenuto di cloruro di sodio è decisamente ridotto; ma le proprietà benefiche derivanti dall’uso alimentare di questo sale non finiscono qui, può essere d’aiuto:

nel caso di allergie e malattie da raffreddamento, asma, trattamento delle varie affezioni renali, problemi femminili; disturbi della digestione, disturbi reumatici, gotta, artrite, artrosi, ansia, problemi di concentrazione, disturbi del sonno, igiene orale e dentale

per depurare il corpo e la mente;

per potenziare la nostra energia vitale, ecc

Rimedi

Come abbiamo già detto, il sale rosa dell’Himalaya può essere utilizzato per tantissime terapie e rimedi naturali, ecco qualche esempio:

Cuscino di sale per torcicollo, dolori articolari, mal di schiena, contratture ed otite:

In  una federa di lino o cotone di media grandezza, inserire un chilo di sale e metterlo a scaldare per qualche minuto in forno a 50 ° prima di applicarlo sulla parte dolente. Non utilizzare questo rimedio, in caso di  gotta in fase acuta o se si affetti da una affezione reumatica infiammatoria.

Lavaggi e risciacqui idrosalini per naso, occhi e cavo orale (infiammazioni della bocca e della gola)

In un contenitore con tappo, mettere 1 g. di sale rosa himalayano e 100 ml di acqua, quando il cristallo sarà sciolto, prelevare la quantità necessaria e utilizzare per: lavaggi:
-naso mettere la soluzione in un spruzzatore/inalatore;
– occhi utilizzare delle coppette oculari, si trovano in farmacia;
-bocca risciacqui cavo orale e gargarismi

Inalazioni con acqua salata in caso di raffreddore, rinite, asma e bronchite:

Far sciogliere circa 20 g. di sale rosa dell’Himalaya  in circa due litri di acqua, quando il sale si è sciolto, coprire la testa con un asciugamano e procedere con l’inalazione dei vapori.

Bagno disintossicante nell’acqua salata ideale anche per infiammazioni e malattie della pelle, riequilibrio del pH della cute, idratazione

Effetto purificante: le tossine vengono trasferite dal corpo all’acqua della vasca per osmosi mentre la pelle reintegra i minerali in soluzione, bagno ideale anche per infiammazioni e malattie della pelle, riequilibrio del pH della cute, idratazione. Diluire in 100 litri di acqua calda, ma ad una temperatura che non superi i 37°, 1 kg di sale, immergersi in acqua per cira 15-30 minuti, non risciacquate la pelle dopo il bagno ma asciugatela con delicatezza tamponandola senza strofinare, dopo il bagno, riposare una mezz’ora. Attenzione ad utilizzare questo rimedio se soffrite di problemi circolatori, in questo caso, è meglio che sia presente un’altra persona.

Scrub esfoliante rimuove le impurità e favorisce la circolazione sanguigna.

Olio di oliva e sale rosa dell’Himalaya: preparate una pastella con il sale rosa himalayano tritato finemente ed olio d’oliva. Passate questo composto sulla pelle.

N,B. Evitare lo scrub se si ha le pelle arrossata, irritata, screpolata.

Testare qualsiasi ingrediente su una piccola parte della pelle per evitare reazioni indesiderate.

Risciacquare il prodotto dal viso con acqua tiepida dopo un paio di minuti, poi, picchiettare la pelle del viso con un po’ di tonico privo di alcol per eliminare ogni residuo di prodotto e restringere i pori.

Le lampade di sale

Oggetto di arredamento funzionale che, oltre a fare una luce soffusa e molto gradevole, sono in grado di riequilibrare la carica elettrostatica presente nell’aria facendo tornare nella giusta concentrazione ioni positivi e ioni negativi, grazie al sale con cui sono realizzate.Tutti i comuni elettrodomestici e dispositivi che utilizziamo per il nostro ‘divertimento’: tv, telefonini, play station, ecc. sprigionando ioni positivi che rendono l’aria ‘pesante’. Le lampade di sale himalayano una volta accese liberano invece una grande quantità di ioni negativi utili quindi a riequilibrare l’atmosfera. 

Nb. Le lampade di sale sono di varie forme e dimensioni cosi come il prezzo, varia a seconda della grandezza

Posizioniamole sia in casa che in ufficio vicino a pc e televisori

Per un ottimo risultato è consigliabile lasciare accesa la lampada di sale almeno 6 ore continuative.

Attenzione

Per uso interno: Il sale rosa cristallino dell’Himalaya non ha particolari controindicazioni, ma è bene comunque non esagerare con le quantità, mantenendosi sui 3 o 4 gr al giorno.

In Oriente, il sale rosa viene usato dalla medicina ayurvedica da secoli ed il suo effetto terapeutico è riconosciuto dalla medicina ufficiale locale.

 Leggi anche

Maschera all’argilla per la pelle del viso e del corpo

Maschera di bellezza viso le ricette fai da te

Consigli e rimedi per la pulizia del viso

Lo yogurt

Alimenti e consigli in menopausa

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Immagine frase Lacrime di una donna Successivo Immagine frase Sono sempre felice, sai perchè?

3 thoughts on “Sale Rosa dell’Himalaya

  1. Cosimo Cucchiara il said:

    Ne ho comperata una. Considerando anche il prezzo super competitivo il prodotto è ottimo. Si presenta bene.
    Se proprio devo trovare un difetto è il cavo di alimentazione bianco. Ovviamente gusto del tutto personale, l’avrei preferito nero.
    Non posso che consigliarlo

Lascia un commento

*