Festa della Mamma origini e curiosità

Festa della Mamma origini e curiosità. La Festa della Mamma è una ricorrenza dalle antiche origini che accomuna tutti i paesi del mondo. In Italia, la festa, fissata inizialmente per l’8 maggio, cade ora la seconda domenica di maggio, come in America…

Festa della Mamma origini e curiosità
Festa della Mamma origini e curiosità

Dai rimedi della nonna: Festa della Mamma origini e curiosità

La Festa della Mamma è una ricorrenza dalle antiche origini che accomuna tutti i paesi del mondo. In Italia, la festa, fissata inizialmente per l’8 maggio, cade ora la seconda domenica di maggio, come in America. Viene celebrata in questo mese perchè una lunga tradizione vuole che essa sia nel mese dei fiori. Da qui deriva l’usanza di regalare alle mamme per l’occasione le rose, fiori dedicati alla Madonna, simboleggiante l’amore, ma anche la bellezza e la semplicità.

Origini

Le origini di questa ricorrenza risalgono all’antichità, quando presso le civiltà contadine di politeisti di Greci e Romani essa veniva celebrata nei periodi dell’anno come il mese di maggio che, segnando il momento di passaggio dall’inverno all’estate, significavano l’ingresso in un periodo di prosperità e risveglio della natura. Nacque quindi in stretta connessione con i riti di celebrazione delle divinità legate alla fertilità, in particolare con quelli dedicati alla “Grande Madre“, mamma intesa come divinità femminile venerata perché considerata portatrice di vita e fertilità. Gli antichi Greci celebravano invece la festa in onore della dea Rea, madre di tutti gli Dei, dedicata per questo a tutte le madri. Nel corso dei secoli la festa della mamma ha perso l’originale connotazione religiosa per assumerne una civile e si è legata a varie forme di celebrazione, tra cui anche la sagra. L’ufficializzazione della Festa della mamma come festa civile avvenne nel 1907 negli Stati Uniti, quando Anna Jarvis, una donna di Philadelphia molto attaccata alla madre, iniziò dopo la sua morte a spedire lettere a ministri e membri del congresso nelle quali chiedeva che nel calendario fosse inserito un giorno festivo nazionale dedicato a tutte le mamme. (una curiosità Anna Jarvis scelse come simbolo di questa festa il garofano, fiore preferito dalla madre: rosso per le mamme in vita, bianco per le mamme scomparse.) Fu così che il 10 maggio del 1908 a Grafton e poi, l’anno successivo, a Filadelfia, venne celebrata la prima festa della mamma. Nel 1914 una delibera emessa dal presidente Wilson ufficializzò la festa della mamma come manifestazione pubblica dedicata alla celebrazione dei sentimenti di amore e riconoscenza per le madri del Paese, e di speranza per la pace; la data stabilita fu la seconda domenica di maggio. Oltre agli Stati Uniti questa data è stata adottata da Danimarca, Finlandia, Turchia, Australia e Belgio. In Norvegia viene celebrata la seconda domenica di febbraio, in Argentina la seconda di ottobre; in Francia la festa della mamma cade l’ultima domenica di maggio ed è celebrata come compleanno della famiglia. In Italia la festa della mamma venne celebrata per la prima volta ad Assisi nel 1957, da don Otello Migliosi, parroco del piccolo borgo di Tordibetto. Oggi, in Italia si festeggia la seconda domenica di maggio, come negli Stati Uniti. In tutte le parti del mondo è comunque immutato il senso della festa dedicata alle mamme, riassumibile nel discorso che la pacifista americana Julia Ward Howe pronunciò nel 1870 in occasione della Proclamazione del Giorno della Madre (Mother’s Day): “I nostri figli non ci verranno sottratti affinché disimparino tutto quello che noi siamo state in grado di insegnare loro sulla carità, la pietà e la pazienza”

Simboli

I simboli di questa festa sono il rosso, il cuore e la rosa, che più di ogni altro fiore rappresenta l’amore e la bellezza e sa testimoniare l’affetto e la riconoscenza dei figli, ma non tutte le mamme sono uguali, ci sono mamme amorevoli, mamme creative, romantiche ecc., scegliamo allora, il fiore con il colore più adatto alla loro personalità, ecco il significato dei vari colori:
-I fiori rossi: simboleggiano amore e gioia di vivere, per le mamme amorevoli e dal carattere forte;
-I fiori color arancione: significano esuberanza per le madri attive e piene di temperamento;
-I fiori gialli: esprimono l’amore per la natura e la genuinità;
-I fiori bianchi: esprimono riserbo e lungimiranza;
-I fiori blu e violetti: legati all’inconscio e alla mistica, per le mamme creative;
-I fiori rosa e fucsia: comunicano femminilità e dolcezza.

Poesia

Grazie Mamma
Grazie mamma
perché mi hai dato
la tenerezza delle tue carezze,
il bacio della buona notte,
il tuo sorriso premuroso,
la dolce tua mano che mi dà sicurezza.
Hai asciugato in segreto le mie lacrime,
hai incoraggiato i miei passi,
hai corretto i miei errori,
hai protetto il mio cammino,
hai educato il mio spirito,
con saggezza e con amore
mi hai introdotto alla vita.
E mentre vegliavi con cura su di me
trovavi il tempo
per i mille lavori di casa.
Tu non hai mai pensato
di chiedere un grazie.
Grazie mamma.
Judith Bond

Un Augurio a tutte le mamme del mondo, compresa la mia!

Leggi anche

Giornata internazionale o feste delle donne

Origini festa del papà

Festa dei nonni tra curiosità e storia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente I Rimedi per la pressione bassa Successivo Frasi, aforismi e citazioni sull'Ipocrisia

Lascia un commento

*