Curare i tatuaggi in modo naturale

Curare i tatuaggi in modo naturale. Il tatuaggio, la tecnica cioè di farsi disegnare sul corpo nomi di persona, parole e frasi talvolta scritte anche in altre lingue, disegni più o meno grandi, amori… , è una pratica che ai giorni nostri sta diventando un’autentica moda. Scegliere, naturalmente un tatuatore professionista è solo il primo passo per ottenere un tatuaggio di cui essere soddisfatti, il secondo naturalmente è le cure che presteremo al tatuaggio, per portarlo alla guarigione. In questo post troverete dei piccoli consigli per idratare e nutrire la pelle in modo naturale.

Curare i tatuaggi in modo naturale
Curare i tatuaggi in modo naturale

Dai rimedi della nonna: Curare i tatuaggi in modo naturale.

La parola “Tattoo” deriva dal Taitiano “Tattua” che significa “segnare”. Il tatuaggio,  è la tecnica di farsi disegnare sul corpo nomi di persona, parole e frasi talvolta scritte anche in altre lingue, disegni più o meno grandi, amori, ed altro, una pratica che un tempo però, era legata ad un tipo di categorie di persone, spesso ai margini della società, come marinai, artisti circensi e carcerati, ed era considerato come un segno di appartenenza, di sfida, di destino.

Ai giorni nostri tatuarsi è diventata una moda diffusa, ma i motivi per cui ci si tatua, sono molto diversi da quelli del passato, i tatuaggi, rappresentano sempre un abbellimento corporeo, ma sono correlati, ad esigenze sociali e motivazioni differenti (disegni più o meno grandi, nomi di persona, parole e frasi talvolta scritte anche in altre lingue, amori, persone importanti, desideri, speranze, forza, virilità, coraggio…)

Se decidete, di farvi prendere dal fascino del tatuaggio e volete farvene tatuare uno,  ricordate di:

-scegliere un tatuatore professionista che vi consiglierà per il meglio;

ma soprattutto curare il nostro tatuaggio utilizzando i prodotti giusti per idratare e nutrire la pelle in modo naturale fino alla guarigione.

Come curare un tatuaggio appena fatto

A lavoro finito, Il tatuatore pulisce, sterizza l’area interessa e stende uno strato di vasellina sulla pelle per poi bendarla con una pellicola protettiva impermeabile:
-Lasciare il bendaggio da 2 a 24 ore, resistere alla tentazione di togliere la garza per sfoggiare il nuovo tattoo con gli amici.
-Trascorso il tempo rimuovere la garza con attenzione, per evitare che si appiccichi alla pelle bagnala con acqua tiepida.
-Lavare delicatamente il tatuaggio; usando acqua tiepida con un getto delicato e del sapone antibatterico senza profumo oppure fare una semplice doccia.
-Una volta che il tatuaggio è stato lavato accuratamente, tamponarlo con un tovagliolo di carta o asciugamano pulito, e lasciare che si asciughi all’aria, infine applicare uno strato di crema lenitiva.

Quando un tatuaggio è fresco, è fondamentale, seguire le istruzioni dettagliate che il tatuatore ci darà per prenderci cura al meglio della pelle e del tatuaggio. In linea generale, è importante: non grattare, né stuzzicare il tatuaggio, evitare le piscine, il mare, le vasche calde e le saune, l’esposizione del tatuaggio ai raggi del sole o delle lampade solari  e ad indumenti stretti, bere tanta acqua. I tempi medi di guarigione di un tatuaggio variano dai 10 ai 21 giorni.

Per la cura della pelle appena tatuata esistono diversi rimedi tra questi il Burro di Karitè,  supernutriente, idratante e cicatrizzante dall’effetto intensivo;

Sulle crosticine che potrebbero formarsi potemmo utilizzare  la crema alla calendula, naturale ed ottima, per ammorbidirle.

In caso di arrossamenti e infiammazioni della pelle possiamo utilizzare il gel di Aloe Vera, la tintura di calendula o l’estratto di Malva, che prevengono infezioni e hanno proprietà antibatteriche come anche il favoloso olio extravergine di oliva.

Come curare un tatuaggio nel tempo

Per mantenere il tatuaggio nel tempo, l’idratazione della pelle tatuata è importantissima. Se l’epidermide è disidratata l’aspetto del tatuaggio ne risentirà, apparirà sbiadito, senza brillantezza e nel tempo tenderà a schiarirsi: applicare la protezione solare tutti i giorni; fare attenzione al sudore che tende a sbiadire il colore, attenzione anche alle eruzioni cutanee che si potrebbero verificare a causa di allergie o intolleranze, consultare subito un dottore, evitare di grattarsi, mantenere la pelle idratata con creme o con lozioni a base acquosa.

Curiosità

Le origini dei tatuaggi sono antichissime, risalgono a più di 3000 anni fa e alcune mummie rimaste fino a noi lo testimoniano. Gli egizi li usavano durante le cerimonie funebri, a Roma i Legionari si tatuavano sul braccio il nome del loro generale o dell’imperatore mentre venivano invece marcati per infamia i disertori, i prigionieri e gli schiavi. Fra i primi cristiani era molto diffusa l’usanza di tatuarsi un tau, la figura delle croce di Cristo, sulla fronte. I Turchi si tatuavano simboli religiosi per garantirsi una sepoltura in terra consacrata.

Leggi anche

I rimedi della nonna durante un viaggio o in vacanza

Un bel sorriso con i rimedi naturali

Gli oli essenziali per la bellezza di tutto il corpo

Olio di ricino proprietà e rimedi 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Immagine frase I miei sogni valgono quanto... Successivo Immagine frase Anche se la finestra è...

Lascia un commento

*