Consigli e rimedi per rinvigorire le piante al rientro delle vacanze

Consigli e rimedi per rinvigorire le piante al rientro delle vacanze. Ritornando a casa dopo le vacanze, spesso ci accoglie  una sgradita sorpresa, le nostre piante o fiori di appartamento e sul terrazzo, belli e rigogliosi durante l’inverno, si presentano un po’ sofferenti, spenti, pallidi e cadenti, ma, niente panico. Ecco i nostri consigli, trucchi e rimedi da mettere subito in pratica per rianimare i fiori e le piante al rientro dalle vacanze, semplici, e veloci…

Immagine Riflessi per capelli luminosi, rimedi e consigli

Dai rimedi della nonna: Consigli e rimedi per rinvigorire le piante al rientro delle vacanze

Le piante  e i fiori, oltre a rappresentare un ottima soluzione di arredo ci riempiono di colore e di gioia la casa e il cuore, e per questo che vengono curate con tanto amore durante l’inverno. Ma arriva un momento in cui, in estate, si parte per le ferie e  al rientro dalle vacanze, nonostante le precauzioni prese prima della partenza o a causa di distrazioni, abbandonate a loro stesse per giorni o settimane, ci accolgono con  un’ amara sorpresa: spente, appassite, sofferenti…

Se ami le piante e se possiedi in casa qualche pianta, che al rientro dalle ferie non è in splendida forma, perchè rimasta per troppo tempo senza acqua e il terreno è completamente secco, gli steli disidratati, le foglie flaccide e opache, ecco in questa mini guida qualche consiglio e piccoli rimedi casalinghi  per farle riprendere:
*
Acqua: Utilizzare per innaffiare la pianta acqua a temperatura ambiente, perchè quella fredda potrebbe provocarle uno shock termico;
Immergere il vaso in un secchio pieno d’acqua e lasciarvelo per 3-4 ore, fino a una metà della sua altezza. Poi farlo sgocciolare e rimettetelo nel sottovaso;

rimuovere  la vegetazione cresciuta in eccesso, i rami e le foglie secche, in modo che possano ricrescere quelli nuovi e  la pianta possa prendere più luce;

spolverare le foglie, utilizzando uno straccio bagnato (o uno spruzzino e un panno) in questo modo le foglie cresceranno più sane;

nebulizzare con uno spruzzino foglie, rami e tronco, utilizzando solo acqua distillata o comunque non calcarea (acqua piovana o del condizionatore)

fatto questo spostare la pianta alla luce ma non in pieno sole.

Se invece, durante la nostra assenza,  le radici sono uscite dai fori di scolo o hanno occupato tutto lo spazio a disposizione nel vaso oppure  il terreno è secco e polveroso, procedere in questo modo:

Rinvasare la pianta, utilizzando un vaso più ampio di circa 2 cm e rivestirlo con un nuovo strato di argilla drenante e del terriccio fresco;

prendere la pianta e con molto cura sfilarla dal vecchio vaso;

controllare lo stato di salute delle radici e rimuovere quelle secche o danneggiate;

sistemarla al centro del vaso, facendo in modo che rimanga un certo bordo libero per evitare che durante le operazioni di annaffiatura l’acqua trabocchi;

aggiungere la terra e se è necessario pressare anche leggermente il terreno, avendo ben cura che la pianta sia sistemate in posizione eretta e non inclinata.

battere sul piano di lavoro leggermente il vaso per eliminare le bolle d’aria ed assestare per bene il terreno, se necessario aggiungere altra terra fin tanto che necessita.

Innaffiare, in due o più riprese, in modo che il terreno s’impregni in modo completo ed uniforme e spostare la pianta alla luce ma non in pieno sole.

Consigli 

In Inverno innaffiare le piante al mattino, per evitare il rischio gelate notturne. In estate, di sera, affinchè le piantine possano godere della frescura delle ore notturne.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Depilazione i rimedi e i consigli per prevenire ed eliminare i peli incarniti Successivo Trucchi e rimedi per proteggere i capelli dal sole e dal mare

Lascia un commento

*