Cavolo nero rimedio naturale per i dolori alle ginocchia

Il cavolo nero è un ortaggio ricco di sostanze antiossidanti, sali minerali e vitamine, in particolare la C, e fin dall’antichità è stato utilizzato dalla medicina tradizionale come rimedio naturale per curare i dolori alle ginocchia: distorsioni, “botte”, tumefazioni e infiammazioni osteoarticolari… e non solo!

Cavolo nero rimedio naturale per i dolori alle ginocchia

Dai rimedi della nonna: Cavolo nero rimedio naturale per i dolori alle ginocchia

Il cavolo nero, è una varietà di ortaggio prodotto in Toscana, è formato da ciuffi di foglie molto lunghe e strette bollose e di colore verde scuro con riflessi quasi bluastri, a causa di questo è conosciuto anche come”cavolo senza testa” o “cavolo a penna”. Grazie alle sue proprietà il cavolo nero è stato sempre utilizzato dalla medicina naturale per curare anche  i dolori alle ginocchia: distorsioni, “botte”, tumefazioni e infiammazioni osteoarticolari.

Proprietà

Il cavolo nero è ricco di fibre che aiutano la digestione;
rinforza il sistema immunitario dalle malattie e dagli attacchi di germi e batteri;
è ricco di acidi grassi come l’omega 3 e l’omega 6, di calcio e di ferro;
abbassa la pressione e protegge il cuore e le arterie;
è un ottimo disintossicante e antitumorale;
è un antinfiammatorio e un antiossidante naturale.

Cottura

Affinchè il cavolo nero non perda tutte queste preziose proprietà andrebbe consumato crudo o dopo essere stato bollito per non più di 5/10 minuti, per non alterare troppo la qualità e le doti delle fibre vegetali presenti.

Usi

Il cavolo nero può essere utilizzato, preventivamente lessato 10 minuti, per non disperderne le proprietà curative alle minestre,( nella prevenzione di numerose forme tumorali (cancro al colon, al retto, allo stomaco, alla prostata e alla vescica), per coadiuvare la cura dell’ulcera gastrica, delle coliti ulcerose e anche delle forme influenzali);

sotto forma di centrifugato, in caso di bruciori di stomaco e infiammazioni intestinali e, in generale, per tutte le difficoltà digestive, basta centrifugare 4-5 foglie di cavolo e bere questo succo fresco prima di pranzo e prima di cena;

aggiunto fresco all’insalata è depurativo per il fegato e l’apparato renale, ne basta una foglia sola, affettata fine;

le foglie fresche sono ideali anche per curare distorsioni, botte, tumefazioni e infiammazioni osteoarticolari, basta posizionare un paio di foglie preventivamente pestate sulla parte dolente, fissandole con un bendaggio.

Attenzione

L’infiammazione al ginocchio, è un disturbo comune che può verificarsi ad ogni età e può avere svariate cause, come patologie, sport, sovrappeso,
cattiva postura, traumi localizzati, infiammazione ai tessuti molli, umidità e dolori reumatici, freddo e tendiniti.

Il primo passo da compiere, per trattare o curare il dolore alle ginocchia è scoprire quale sia la causa così da poter intervenire in maniera efficace;
non trascurare l’infiammazione per non rischiare di aggravare il fastidio;

per una corretta diagnosi. contattare il proprio medico curante

 Leggi anche 

Le erbe e le preparazioni per curarsi in maniera naturale 

Rimedi naturali contro il dolore cervicale o cervicalgia

La borsite rimedi e consigli

Apparato ostoarticolare i rimedi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Zuppa con fagioli e zucca Successivo Gli struffoli di Natale ricetta e curiosità

Lascia un commento

*