22 Aprile Giornata della terra

22 Aprile Giornata della terra. Oggi si festeggia in tutto il mondo la Giornata della Terra o Earth Day,  la più grande manifestazione dedicata alla protezione dell’ambiente, istituita dalle Nazioni Unite nel 1970 da un movimento ecologista statunitense che decise  di fissarla per il 22 aprile. Tra gli obiettivi di quest’anno piantare un miliardo di alberi o semi.

22 Aprile Giornata della terra
22 Aprile Giornata della terra

Dai rimedi della nonna: 22 Aprile Giornata della terra

Oggi si festeggia in tutto il mondo la Giornata della Terra o Earth Day, la più grande manifestazione dedicata ai temi di protezione dell’ambiente, un momento celebrativo, ma anche educativo e informativo durante il quale i gruppi ecologisti di 192 paesi analizzano le problematiche ambientali e propongono delle soluzioni.

Un po’ di Storia

L’idea di celebrare questa giornata, venne per  la prima volta, al senatore democratico Gaylord Nelson negli Stati Uniti , negli anni Sessanta, egli  riuscì a  organizzare una serie di incontri e conferenze dedicate all’ambiente coinvolgendo nel progetto anche molti importanti politici americani. Progetto che fu rafforzato e si ispirò alla forza dei movimenti di protesta contro la guerra del Vietnam, per portare le questioni ambientali all’attenzione di più persone possibili, nel 1969, quando, tra gennaio e febbraio, a Santa Barbara, in California, avvenne uno dei più gravi disastri ambientali degli Stati Uniti causato dalla fuoriuscita di petrolio da un pozzo della Union Oil . Il 22 aprile del 1970, venne indetta in tutti gli Stati Uniti, per la salvaguardia del pianeta una grande maifestazione a cui parteciparono milioni di cittadini americani, varie organizzazioni, migliaia di college e università, e venne creato l’Earth Day Network (EDN), un’organizzazione per coordinare le diverse iniziative nazionali e internazionali  dedicate all’ambiente durante tutto l’anno. Il 26 febbraio del 1971, il segretario generale delle Nazioni Unite, Maha Thray Sithu U Thant, ufficializzò la partecipazione dell’organizzazione alla celebrazione annuale dell’Earth Day, seguirono diverse iniziative ambientali in tutto il mondo e, nel 1992, fu organizzato a Rio de Janeiro il cosiddetto Summit della Terra (la Conferenza sull’ambiente e lo sviluppo delle Nazioni Unite), la prima conferenza mondiale dei capi di Stato sull’ambiente a cui parteciparono 172 paesi.

“Il Giorno della Terra, in inglese Earth Day è il nome usato per indicare due diverse festività: una che si tiene annualmente ogni primavera nell’emisfero nord del pianeta, e un’altra in autunno nell’emisfero sud, dedicate entrambe all’ambiente e alla salvaguardia del pianeta Terra. Le Nazioni Unite celebrano questa festa ogni anno nell’equinozio di primavera, ma è un’osservanza ufficializzarla il 22 aprile di ciascun anno.La festività è riconosciuta da ben 175 nazioni e viene celebrata da quasi mezzo miliardo di persone. L’Earth Day fu celebrato a livello internazionale per la prima volta il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nato come movimento universitario, nel tempo, l’Earth Day è divenuto un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.”
Da Wikipedia

“La terra non è soltanto proprietà privata dei singoli uomini, vi sono anche estensioni di monti e di valli che sono proprietà di tutti, ricchezza comune della Patria e che hanno bisogno di braccia che le curino, di occhi che le vigilino, di soldati insomma, di sentinelle, che le difendono da qualunque nemico.
Adriana Moreno”

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Come riutilizzare i fondi di caffè Successivo 25 Aprile Festa della Liberazione

Lascia un commento

*